Asana, un esercizio speciale

L’asana (posizione di yoga) è un esercizio fisico molto speciale. Ci vuole sforzo ma non serve fatica, deve essere stabile ma anche comodo. Proprio per questo è difficile trovare quella linea sottile che separa il troppo dal poco. Non si vede da fuori, man mano puoi sentirlo con certezza solo da dentro. Fin dove devo arrivare nell’esecuzione delle posizioni? Il fin dove è relativo ed è anche difficile stabilirlo con delle regole. Arriva fin dove il corpo ti permette. Approfondisci la posizione, finché riesci a respirare tranquillamente e mantenere la concentrazione.

Finché trovi un equilibrio tra la pigrizia e lo sforzo inutile. Finché non pensi solamente a quando finirà. Finché stai praticando per te stesso ed il punto di arrivo non sia un risultato esteriore. Finché la pratica è yoga e non solo esercizio fisico. Finché nello sforzo riesci a sorridere. Far apparire un sorrisetto sulle labbra vuol dire che sei nell’intensità giusta nella tua posizione. Vale la pena sperimentare e cercare perché quando percepisci questo centro non vorrai niente di più. Ti tranquillizzi sapendo di essere al posto giusto.

About Author /

Laureata in Lingue, appassionata di yoga diventa insegnante Hatha E-RYT 200 Yoga Alliance, approfondisce i suoi studi in Italia e all’estero diventando insegnante di Yoga Spinale, Femminile, Yin ed in Gravidanza. Apre a Jesolo lo Studio Anahata per condividere l’esperienza e la gioia della pratica organizzando corsi ed eventi in un ambiente accogliente. Il suo motto è: lo yoga è la cosa migliore che puoi fare per te stesso e per gli altri. Per scrivere a Szilvia Dombovari: www.yogajesolo.it

Start typing and press Enter to search