La posizione del Guerriero

Forse avrai già visto Virabhadrasana 1, la prima posizione del Guerriero tra le immagini di yoga. Come dice il nome stesso mantenerla a lungo richiede forza e stabilità e, in effetti, tanti muscoli sono coinvolti in quest’asana. Vediamo come si entra nella posizione, i suoi benefici ed eventuali varianti.

Stai con i piedi uniti e fai un bel passo indietro con una gamba. Come vedi sulla foto, puoi appoggiare le dita del piede e alzare il tallone (richiede più stabilità ma sarà anche una versione più dolce se hai problemi alle ginocchia), oppure lascia il piede appoggiato con le dita rivolte in avanti per agevolare che anche il bacino possa guardare in avanti. Ti allunghi con le braccia verso l’alto senza lasciare che le spalle vadano verso le orecchie. Puoi incrociare i pollici o unire le mani, ma se spalle e collo sono tesi, è meglio tenere le braccia aperte alla larghezza delle spalle. Sentirai lo stesso gli effetti della posizione! Piega il ginocchio davanti, senza lasciare che superi la linea del tallone (più lungo è il passo indietro più sicuro puoi essere che il ginocchio davanti non andrà oltre il tallone).

Un bell’inspiro ti porta ad allungarti verso l’alto con le braccia e con la testa. Prima ti allunghi e solo dopo inarchi la schiena sentendo la parte alta piuttosto che facendo partire il movimento dalla zona lombare. Fermati sempre se senti tensione nella parte lombare; tenere l’ombelico in dentro ti aiuterà a proteggere questa zona. Respira con il torace, piuttosto che con l’addome!

Inspirando ti allunghi verso l’alto, espirando scendi con il bacino un po’ di più, spingendo i piedi verso terra, saranno questi punti a darti stabilità. Tutta la posizione parte dai piedi.

Quest’asana regala flessibilità alla colonna vertebrale, rafforza i muscoli, dona fiducia in se stessi e crea resistenza. Tutto ciò che serve a dei veri Guerrieri.

Laureata in Lingue, appassionata di yoga diventa insegnante Hatha E-RYT 200 Yoga Alliance, approfondisce i suoi studi in Italia e all’estero diventando insegnante di Yoga Spinale, Femminile, Yin ed in Gravidanza. Apre a Jesolo lo Studio Anahata per condividere l’esperienza e la gioia della pratica organizzando corsi ed eventi in un ambiente accogliente. Il suo motto è: lo yoga è la cosa migliore che puoi fare per te stesso e per gli altri. Per scrivere a Szilvia Dombovari: www.yogajesolo.it

Start typing and press Enter to search