Il mio cane sta male: come capirlo?

È sempre estremamente penoso vedere il nostro peloso sofferente. A volte, però, non sono sempre così evidenti segni e sintomi della sofferenza e se sappiamo cosa cercare risulterà sicuramente più facile. Cerchiamo, allora, di scoprirli assieme. Purtroppo le nostre bestiole non possono parlare e raccontarci cosa non va: siamo noi che dobbiamo capirlo attraverso il cambiamento di alcune loro abitudini e di personalità .
Ci sono, però, sei segnali che in generale indicano malessere.

Toilettatura eccessiva. Avete mai visto il vostro cane punto da un insetto? Si lecca in maniera ossessiva il punto doloroso perché fa male! Leccare significa lavare/togliere il dolore. Se dovessimo poggiare la nostra mano sul punto di dolore il cane leccherebbe anche la nostra mano!

Cambio di personalità. La personalità del cane può cambiare in aggressione o completa astenia. Può evitare volontariamente il contatto con noi per paura di sentire un dolore maggiore e, quindi, essere schivo e depresso. Può aggredire se costretto al contatto, per timore. Per questo è sempre bene avere con sé una museruola; qualora, in passeggiata, dovesse succedere qualcosa almeno sarete pronti a farla indossare al vostro cane per poterlo aiutare e portarlo dal veterinario. Anche se il vostro cane è la bestia più mansueta, potrebbe mordervi perché in quel momento non è in grado di ragionare e sente solo il male.

Ansimare in modo esagerato. Ansimare è normale in una giornata calda o dopo una corsa è il modo in cui il cane “suda”, un sistema di autoregolazione della temperatura corporea. Ansimare eccessivamente è un segnale di stress. Quasi tutti i cani quando sono in attesa dal veterinario, siedono ed iniziano ad ansimare. È il loro modo per alleviare lo stress.

Senza pace. Lo vedete girare per le stanze senza pace, tenta di mettersi giù poi si rialza e continua a vagare: questo è un altro segno di dolore e di sconforto.

Inappetenza. Poca voglia di mangiare e bere per problemi allo stomaco ma anche perché il dolore fa passare la fame ed il sangue si concentra nella zona della lesione per iniziare il processo di riparazione invece di concentrarsi nella digestione.

Mangiare erba. Un segno potrebbe essere anche questo, l’erba: infatti, aiuta a vomitare in caso di problemi allo stomaco o ad evacuare meglio in caso di stasi intestinale.

In ogni caso se osservate uno o più di questi sintomi e non sapete come intervenire rivolgetevi sempre al vostro veterinario .

Debora Severo è una osteopata e svolge l’attività di libera professione nel suo studio di Vicenza e di Jesolo e alla casa di cura Rizzola di San Donà di Piave, nella sezione di rieducazione vestibolare. è, inoltre, specializzata in osteopatia animale e veterinaria, applicata al cane al centro di addestramento “Balla coi Lupi” di Vicenza e al centro di idrokinesiterapia “Cani per caso” di Mestre, oltre ad attività specifica applicata agli equini.

Per scrivere a Debora Severo:
info@deborasevero.it

X