Qua la zampa, amico peloso

Prestiamo sempre molta attenzione ai denti, alle orecchie del cane e magari non immaginiamo neanche lontanamente quanto importanti siano le zampe.
Sono composte da 5 elementi: unghie, cuscinetti, cuscinetti metacarpali, sperone e cuscinetto carpale. I cuscinetti sono dei veri e propri ammortizzatori e servono a proteggere ossa ed articolazioni dall’impatto con il terreno, mentre il cuscinetto metacarpale viene utilizzato come un vero e proprio freno che aiuta il cane a fermarsi su qualsiasi superficie. Sono ricoperti da una leggera membrana di tessuto adiposo, che li protegge dalle temperature estreme, svolgono anche una funzione termoregolatrice. Il cane, infatti, “suda” dai piedi; camminando fa sì che il suo sangue arrivi ai cuscinetti che, essendo più freddi di tutto il resto del corpo, raffreddano il corpo stesso espellendo l’acqua in eccesso dalle ghiandole sudoripare. Sono molto ruvidi e permettono al cane di camminare su qualsiasi superficie anche se alcuni terreni possono essere insidiosi per la salute delle zampe come ad esempio l’asfalto, i terreni con sassi o i campi arati con grosse zolle possono essere la causa di distorsioni ed anche frattura di piccoli ossicini chiamati sesamoidei.

Gli speroni possono assomigliare un po’ ai nostri pollici con la differenza che nel cane non hanno la stessa mobilità: i cani li usano quando scavano e quando tirano e forniscono una presa più ferma quando masticano. Molto spesso, però, vengono eliminati chirurgicamente se si lesionano troppo spesso. Le zampine dei nostri amici pelosi temono d’inverno soprattutto i prodotti antigelo che, spesso, vengono utilizzati in montagna e rischiano di provocare ferite e lesioni ed il freddo può, allo stesso modo screpolare e lesionare i polpastrelli. D’estate, quando fa molto caldo, l’asfalto diventa rovente tanto da ustionare i cuscinetti del tuo fido, pertanto è consigliato programmare le passeggiate al mattino presto o la sera preferibilmente camminando sull’erba o nei parchi.
Visto che siamo al mare e qualche cagnolino frequenta la spiaggia, attenzione alla sabbia! Anche quest’ultima si trasforma nelle ore più calde in una piastra rovente!

In primavera ed autunno si tende a uscire molto più spesso con il cane perché il clima è più mite. Si dovrà prestare attenzione ai terreni accidentati e sassosi che possono danneggiare la pelle dei cuscinetti provocando ferite e screpolando i tessuti cosi come spine, rami tagliati o appuntiti, forasacchi potrebbero ferire le zampe del vostro amico a 4 zampe

Cosa fare per prevenire?
Ogni volta che si torna da una passeggiata, pulire e controllare le zampe del cane con acqua tiepida: eliminerà i residui di fango, terriccio e sassi. Utilizzate una crema che lenisca e ammorbidisca i cuscinetti delle zampe, dalla semplice vasellina, a creme a base di cera d’api o all’ossido di rame o all’acido pirico che aiutano il cuscinetto plantare a indurirsi. In caso di lesioni rivolgetevi sempre al vostro veterinario per evitare che la ferita si infetti mentre per abrasioni più lievi molto utili sono gli spray o unguenti alla vitamina K e gli impacchi con il miele per quest’ultimo trattamento Conviene fasciare poi la zampa per evitare che il cagnolino si lecchi il cataplasma o lo sparga per il salotto di casa vostra!

Debora Severo è una osteopata e svolge l’attività di libera professione nel suo studio di Vicenza e di Jesolo e alla casa di cura Rizzola di San Donà di Piave, nella sezione di rieducazione vestibolare. è, inoltre, specializzata in osteopatia animale e veterinaria, applicata al cane al centro di addestramento “Balla coi Lupi” di Vicenza e al centro di idrokinesiterapia “Cani per caso” di Mestre, oltre ad attività specifica applicata agli equini.

Per scrivere a Debora Severo:
info@deborasevero.it

X