Aqualandia è Caribe Bay

Dopo 30 anni il noto parco cambia nome
Apertura stagione 2019: sabato 25 maggio

Alla vigilia di una stagione in cui si festeggeranno i 30 anni di vita, il noto Parco a tema acquatico ha annunciato il cambio epocale: non più Aqualandia, ma CARIBE BAY.

“Dall’ormai lontano 1989 di strada ne abbiamo fatta tanta e, con impegno, sacrificio e spirito d’iniziativa imprenditoriale, abbiamo fatto crescere il Parco facendolo diventare quello che oggi vanta undici premi come il migliore d’Italia”, ha commentato Luciano Pareschi, proprietario di Caribe Bay con la moglie Carla Cavaliere. “Per quanto importante, quello dei 30 anni per noi non rappresenta un traguardo o un punto d’arrivo, ma un’importante tappa nel nostro percorso di continua crescita. Con questo ambizioso progetto, e con la scelta storica che abbiamo deciso insieme di fare, lo dimostreremo. Da anni stiamo seguendo un processo di crescita che ci ha portato a prendere la decisione di cambiare il nome, per avere un brand ancora più forte e corrispondente a quello che siamo diventati, più spendibile a livello internazionale”. Il progetto, infatti, è quello di comunicare che si tratta di uno dei migliori parchi a livello mondiale.
Dal punto di vista progettuale, il futuro imminente si chiama Roatan, l’attrazione più lunga del Parco: un’imponente struttura lunga 350 metri che si snoda su un’area di 30mila metri quadrati, immersa tra 500 palme e 2700 tonnellate di sabbia bianca.
E per il futuro prossimo? Un grande vulcano, lo scivolo più alto del mondo (70 metri di altezza), due vasche panoramiche (25 e 50 metri di altezza), una spettacolare location per concerti e un’area dedicata ai surfisti con onde oceaniche.
L’appuntamento è per il 25 maggio, con questa e tante altre sorprese, a cominciare da quelle che porterà RDS 100% Grandi Successi, partner di Caribe Bay anche per questa stagione estiva.