Cent’anni di dolce vita

E’ il traguardo raggiunto dall’hotel Casa Bianca al Mare, acquistato nel 2020 dall’imprenditore veneto Mario Moretti Polegato, affidato in gestione alla famiglia Menazza, conosciuta a Jesolo per l’hotellerie d’eccellenza.

Costruito su un’antica casa signorile risalente al 1923, su volontà di Isidoro Tambosso, l’hotel Casa Bianca al Mare da subito è diventato un punto di riferimento per la sua eleganza e per l’ospitalità in tutto il Veneto.

Proprio in questi giorni si sono svolti i festeggiamenti per il centenario. Oggi l’hotel rappresenta l’ultima struttura jesolana ad avere mantenuto il suo stile originario, ovvero un hotel storico in stile moresco, all’epoca scelto dal poeta Gabriele D’Annunzio per i suoi soggiorni al mare. Senza dimenticare i soggiorni di Mina, Alberto Sordi e Domenico Modugno. Oppure di Ray Charles e dei Rolling Stones. Nel 1991 lo stesso hotel è diventato il set del film “Americano rosso”, con Fabrizio Bentivoglio e Sabrina Ferilli.

Recentemente restaurato ha sempre mantenuto intatto il suo inconfondibile stile e i suoi colori, il bianco e l’azzurro. Intatta anche la sua hall, restaurata nell’ultimo anno ma sempre mantenendo il suo originale stile Liberty, dove trionfano i tratti del genio dello stilista giapponese Kenzo. Altro simbolo di rinascita, l’opera dello scultore polacco Igor Mitoraj posizionata nella terrazza fronte mare. Sempre affacciato sul mare c’è l’altrettanto raffinato ristorante Amarmio che vede, in cabina di regia, lo chef Alessio Rigon per una cucina legata alla tradizione, un occhio all’innovazione e massima attenzione alle materie prime. E’ composto da 37 camere (30 suite), la proprietà dopo i lavori di restauro pensa anche ad un altro ampliamento ma sempre tutelando storia e cultura.

Il ministro Sangiuliano: UN LEGAME TRA STORIA E CULTURA

Celebrazioni in grande stile per i cento anni dell’hotel Casa Bianca al Mare. Lo scorso 24 giugno a visitare la struttura è stato anche il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, accolto dal patron di Geox, Mario Moretti Polegato, dal sindaco Christofer De Zotti e dai fratelli Igor e Daniel Menazza che gestiscono la struttura. La visita ha marcato l’importanza di quello che ad oggi rimane uno degli hotel più prestigiosi dell’intera costa veneta, non a caso recentemente definita anche una delle strutture “più belle dell’area mediterranea” anche per i suoi aspetti storico-culturali.

Tutte qualità ribadite dallo stesso ministro Sangiuliano: «Questo è un luogo evocativo a livello storico – ha commentato – faccio i complimenti per il restauro, credo molto nella rigenerazione urbana, occorre continuare su questa linea, recuperando tutto ciò che abbiamo tutelando la nostra cultura». Il ministro ha sottolineato il legame tra storia, cultura e imprenditoria. «Siamo una nazione che ha un unicum della cultura, per cui abbiamo il dovere di tutelare e preservare questo patrimonio e farne un fattore di sviluppo socio economico, con l’orgoglio di essere italiani».

Tra le autorità, anche il presidente del Veneto, Luca Zaia. «È un presidio identitario e culturale del territorio». «Uno scrigno di cultura, turismo, culla del cinema e dell’accoglienza, in una delle spiagge top nell’ospitalità in Veneto!».

Annullo filatelico

In una festa a tutto tondo, per celebrare i 100 anni del Casa Bianca, non poteva mancare un “marchio” di identità storica, di quelli che possono rimanere per sempre. Ed eccolo materializzarsi con l’annullo postale appositamente creato per l’occasione.

Autore /

Sfoglia. Leggi. Ascolta.

Start typing and press Enter to search