Onde Sonore quando il premio è l’emozione di un concerto

Un palco, le luci. La gente che ti guarda, ha voglia di divertirsi e di applaudire. Le emozioni di un concerto vero. Sono quelle che proveranno mercoledì 7 agosto, in piazza Aurora, i vincitori dell’undicesima edizione del concorso di musica moderna Onde Sonore. Per loro, infatti, non solo il classico attestato e la coppa per la vittoria, ma la partecipazione ad un concerto, appositamente organizzato. Perché le emozioni di un palco sono superiori a qualsiasi premio materiale.

Onde Sonore è un importante evento organizzato dall’associazione culturale Musica Viva e dalle scuole di musica Monteverdi, in collaborazione con il Comune e la regione del Veneto, e che si tiene al teatro Vivaldi nel periodo di marzo. Questa consolidata competizione è nata con l’intento di incentivare lo studio della musica sviluppandone l’aspetto interpretativo, dando vita a gruppi strumentali anche tra i più giovani e con l’opportunità di poter salire su un vero palco, mettendosi alla prova di fronte ad una prestigiosa giuria con il sostegno di un caloroso pubblico. La direzione artistica del concorso è curata da Sabrina Comin, pianista concertista, dal maestro Dino Doni (noto direttore d’orchestra) e da Daniela Vidali, presidente dell’associazione Musica Viva e coordinatrice delle scuole di musica Monteverdi.
Ecco, dunque, i vincitori che si esibiranno in piazza Aurora: Rebecca Ongaro, Marta Piras, duo Father & Son, Paolo Zamuner, Nicolò Cibin e Riccardo Fontanarossa. Special Guest il trio Dna. Con la partecipazione della ballerina Valentina Papa.

X