Si assegnano i titoli europei master di atletica leggera

I Campionati Europei Master di atletica leggera, in programma dal 5 al 15 settembre a Jesolo, Caorle ed Eraclea, hanno già frantumato il primo record. Chiuse ufficialmente le iscrizioni, il numero di adesioni non ha precedenti nella storia del campionato continentale dedicato agli atleti “over 35”, arrivato alla 21esima edizione. In totale gli iscritti sono 5039: 4926 appartengono a nazioni europee (circa un quinto gli italiani), 113 arriveranno da Paesi extra-europei e ovviamente non potranno concorrere per i titoli continentali. Ammonta a 8318, invece, il rapporto atleti-gara: gran parte degli iscritti parteciperà, infatti, a più di una competizione, molti ne faranno perfino tre. Le Nazioni rappresentate saranno 61: 43 europee e 18 di altri continenti. Sono arrivate iscrizioni persino da Hong-Kong e dall’India, dalla Giamaica e dagli Stati Uniti, dal Messico e dal Sudafrica. Un autentico esercito di atleti, a cui andranno aggiunti dirigenti, tecnici, accompagnatori e familiari. L’evento è organizzato dalla Fidal (Federazione italiana di atletica leggera), sotto l’egida dell’Ema, l’European Master Athletics. Cinquecento i titoli in palio.

Quarta volta in Italia

L’Italia ospita i Campionati Europei Master per la quarta volta, dopo Viareggio (1978), Verona (1988) e Cesenatico (1998). La prima edizione in assoluto della rassegna continentale master, quarantuno anni fa a Viareggio, registrò poco più di un migliaio di partecipanti. Da allora l’evento è enormemente cresciuto sotto il profilo della partecipazione, ritagliandosi anche una precisa collocazione nel calendario internazionale dell’atletica leggera (ogni due anni, nelle stagioni dispari). L’Emac ha scelto Jesolo (che negli ultimi anni ha ospitato diversi eventi nazionali legati all’atletica), Caorle ed Eraclea in considerazione della grande disponibilità ricettiva, organizzativa e per la presenza di ottime strutture sportive.

I Master portano bene al turismo

Tra atleti, allenatori, dirigenti e accompagnatori, saranno circa 12mila le presenze legate ai Campionati Europei Master. Imponenti le ricadute economiche nei tre territori analizzati dal comitato organizzatore. Per le voci di spesa relative agli atleti e staff organizzativo, agli accompagnatori, e alle attività di promozione, è stato ipotizzato un indotto economico diretto per il territorio superiore ai 4 milioni e 200 mila euro così suddivisi: atleti partecipanti e staff organizzativo 1.553.350 euro, accompagnatori 1.921.680 euro e promozione del territorio 750.000

Tutte le sfide del grande evento

Il fulcro dell’evento sarà Jesolo. Fin dall’arrivo. Al PalaInvent, martedì 3 settembre, gli atleti iscritti dovranno, infatti, completare la registrazione. Sempre a Jesolo, allo stadio Picchi, che sarà la sede principale e per questo ospiterà gran parte delle gare, giovedì 5 settembre si terrà la cerimonia di apertura (alle ore 17). Dopodiché l’attenzione sarà tutta per le sfide, divise appunto tra lo stadio Armando Picchi di Jesolo (via Silvio Piola, 2), lo stadio Giovanni Chiggiato di Caorle (piazzale Olimpia, 23) e lo stadio Comunale di Eraclea (via Largon, 2). Ma si gareggerà anche fuori dalle piste. Jesolo, domenica 15 settembre, ospiterà la mezza maratona e la gara sui 10 chilometri, con partenza e arrivo in piazza Milano. Il percorso sarà lo stesso tracciato per la Jesolo Moonlight Half Marathon. A Caorle, domenica 8 settembre, si terrà la corsa campestre e il Nordic Walking Challenge di quattro chilometri con circuito realizzato all’interno del parco Pescatore. Le marce su strada di 10 e 20 chilometri si svolgeranno sabato 14 settembre a Eraclea Mare nel circuito cittadino. Queste sfide fuori pista saranno aperte anche a chi non concorrerà per i Campionati Europei. Martedì 10 settembre, al PalaInvent, si terrà l’assemblea generale dei 51 Paesi dell’Emac.
Info: www.emac2019.fidalservizi.it

X