Quanto siamo condizionati dai social?

È sempre più un dato di fatto: oggi trascorriamo buona parte del nostro tempo libero nei social network, da Facebook ad Instagram, volenti o nolenti.
Molte volte senza troppa attenzione, come fosse ormai un vizio quello di scorrere con il dito le infinite bacheche dei social, in ogni nostro momento di libertà.
In realtà gli accessi degli utenti su Instagram e Facebook avvengono molto spesso anche durante l’orario di lavoro: il dato certo è che continuiamo ogni giorno a vedere contenuti, idee, foto di mete turistiche, pubblicità. E quindi, anche se non lo pensiamo, da questi contenuti siamo condizionati, soprattutto quando si parla di prodotti e marketing.
La frase che sento più spesso è: «A me non piacciono i social, guardo e basta».
Ecco, è proprio questo il nodo della questione.
Avete mai notato che, anche se guardate e basta, molte volte vi compaiono dei post di prodotti che magari avete cercato da altre fonti o che effettivamente necessitate?
I social sono diventati delle piattaforme dove condividere non soltanto i propri momenti di felicità e i selfie con gli amici, ma soprattutto dove trovare ispirazione e cercare qualcosa che desideriamo acquistare, che sia un’esperienza o un qualsiasi prodotto.
Oggi, per un’azienda, attivare un eCommerce per vendere un prodotto o un servizio è diventato semplicissimo e rapido, molto più intuitivo di alcuni anni fa.
Ma per trovare e influenzare il proprio pubblico in target, è necessario anche essere presenti e mostrarsi attraverso Instagram e Facebook.
Oggi entrambe le piattaforme, oltre a favorire la tanto bramata brand awareness, permettono di linkare direttamente al proprio e-commerce per la vendita diretta, ampliando e accompagnando l’esperienza finale del cliente, quella di conclusione dell’affare, dell’acquisto.
I social sono degli strumenti che permettono di favorire il percorso di convincimento dell’utente, aspetto fondamentale per passare dalla visibilità di un prodotto al suo acquisto.
E la credibilità di un brand nell’attuale mondo on-line non nasce per caso, ma nell’opera di comunicazione che nel tempo ha creato e sostenuto col suo network.
Creare una forte identità nei social non è mai immediato (a meno che non abbiate un budget spropositato!), ma è lenta e costante, fatta di piccoli tasselli messi uno dopo l’altro.
Una crescita comune quindi, fatta di domande e risposte, fatta di post e commenti, fatta di recensioni e ringraziamenti.
Alla base di questo cambiamento e adattamento ad un nuovo modo con cui è possibile comunicare, ci deve essere la presa di coscienza che oggi, nei social, c’è una potenziale grande fetta del nostro futuro mercato.
Non è un caso se oltre l’80% dei millenials utilizza i social network per scegliere, condividere e valutare le mete turistiche del proprio viaggio.
Ecco perché possedere degli account social completi, ordinati e ricchi di contenuti è certamente una ottima strategia per ben posizionarsi nel mondo della comunicazione digitale.
Quali sono le domande che ci dobbiamo porre per avvicinare questa rivoluzione?
La mia azienda comunica online?
Sono presente nei più comuni social network? Come posso utilizzare i social network per ampliare il bacino di potenziali clienti?

Gionata Smerghetto – Social media specialist & Content Creator – dalla passione per la fotografia, oggi lavora con uno smartphone e una buona connessione Wi-Fi.
ViviJesolo ha affidato a lui la rubrica Be Social, quella che ci terrà aggiornati sul mondo dei social media e delle news di questo ricco mondo di comunicazione.

Titolare di Garage Raw/ Social Media Agency
gionata@garageraw.com
Garage Raw / Social Media Agency
Instagram
Facebook
Twitter