l fascino di correre In una delle più belle città rinascimentali

Correre lungo le rive del Po, attraversare la campagna emiliana e tagliare il traguardo nel centro di una delle più belle città rinascimentali d’Italia, dal 1995 Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco. Ecco Ferrara Marathon, quest’anno disputata il 30 settembre. Una delle prime maratone nazionali d’autunno, si conferma nella sua ottava edizione come un appuntamento da non perdere. La partenza della gara è da corso Martiri della Libertà, in pieno centro, sotto la massiccia torre del Castello Estense, dove si taglia anche il traguardo alla fine della corsa: un percorso perfettamente circolare che, quindi, agevola anche le operazioni di preparazione alla partenza e recupero delle borse all’arrivo. Quest’anno è stato inserito anche un percorso più breve, oltre alla mezza maratona ed alla distanza regina, ossia i 30 Km, un tragitto ideale per chi sta preparando una successiva gara lunga, oppure per chi ancora non se la sente di correre tutti i 42 Km della maratona. Molto curata l’organizzazione, ben forniti ed organizzati i ristori (ben otto, oltre a sette spugnaggi, che quest’anno sono effettivamente serviti, data la temperatura elevata a cui si è corso) e gustoso ristoro finale. Una gran bella corsa, non particolarmente affollata, soprattutto nel tratto finale della 42K, per cui ci si sente decisamente coccolati dalla partenza all’arrivo, baciato quest’anno da un caldo sole praticamente estivo e dall’abbraccio sincero del pubblico.

A cura di Alberto Teso