L’importanza del “core”

Correre ci piace, ci dà soddisfazione e, come abbiamo detto più volte, fa bene al corpo ed alla mente.
Ma per correre bene, ottenere i risultati migliori da questo sport facile ed alla portata di tutti, evitando il rischio di infortuni, è indispensabile una preparazione fisica di base, che coinvolga non solo la muscolatura delle gambe.

Non si insiste mai abbastanza, infatti, sulla necessità di rafforzare la muscolatura del cosiddetto “core”, ossia tutta quella fascia della struttura centrale del nostro corpo, dagli addominali ai dorsali, fino ai muscoli pelvici ed ai flessori dell’anca.
La corsa, infatti, sottopone il nostro fisico ad una serie di stress meccanici che gravano sicuramente sulle articolazioni, ma anche sulla muscolatura centrale del bacino.
Rafforzare questi muscoli, pertanto, è assolutamente necessario, sia per evitare rischi maggiori di infortuni ed affaticamento, soprattutto alla schiena, sia per ottenere risultati migliori: correre più veloci ed a lungo.

Gli esercizi di rafforzamento del “core” sono alquanto semplici: dai tradizionali piegamenti sulle braccia alla ginnastica per gli addominali (crunch e plank): su internet ce ne sono a centinaia, dai più semplici e leggeri, fino a quelli più faticosi e pesanti, con video tutorial, suggerimenti e spiegazioni.
Non serve eccedere, bastano pochi minuti per ogni sessione di allenamento che, come in ogni caso, deve però essere preciso e costante.

A cura di Alberto Teso