Triathlon Sprint tra nuoto, bici e corsa

Ritorna, domenica 22 settembre, l’ormai tradizionale appuntamento con il triathlon, organizzato da LigerTri, l’associazione sportiva di Mestre che ormai da anni si adopera per la diffusione di questa attività agonistica completa, entusiasmante ed alla portata di tutti.
Si parte con la frazione di nuoto alle 12.15 dall’arenile antistante piazza Nember, per poi proseguire con la bici e la corsa a piedi in un circuito compreso tra la via Nausicaa e la spiaggia davanti il camping International. Sarà una gara di triathlon sprint, ossia sulla più breve tra le distanze del triathlon: 750 metri di nuoto, 20 km di bicicletta e 5 di corsa.
Una gara di triathlon è un evento veramente spettacolare perché, in poco tempo, si vedono gli atleti passare attraverso tre discipline completamente diverse, senza soluzione di continuità e con i soli secondi indispensabili per cambiare le scarpe o saltare sulla bicicletta. Un appuntamento da non perdere, sia per chi si vuole cimentare con questo sport, sia per chi vorrà solamente assistere ad una gara diversa dal solito.

Cos’è il triathlon e come si prepara

Coniugare la passione sportiva per la corsa, in tutte le sue manifestazioni, dalla spensierata sgambata domenicale di paese alle più impegnative maratone, con il divertimento e la gioia di stare assieme, condividendo uno stile di vita piacevole e salutare: può non sembrare facile, ma ci sono riusciti perfettamente gli Oll Scars, l’associazione di Runners di Fossalta di Piave che ha superato ormai i 150 iscritti ed è presente a tutte le gare che si svolgono ogni settimana nel nostro territorio. Con l’inconfondibile divisa arancione, gli Oll Scars non sono mancati neppure quest’anno alla tradizionale corsa a Jesolo, sull’arenile e poi lungo via Bafile, per promuovere lo sport ed uno stile di vita sano, sempre con uno spirito un po’ goliardico e divertente.
Vivere bene, in salute, fare attività all’aria aperta, divertirsi assieme, condividere gioie e passioni: anche questo è lo sport.

A cura di Alberto Teso

X