Quella grande comunità chiamata Jesolo

Qualche giorno fa la famiglia Rumiato mi ha invitato a partecipare ad una piccola cerimonia. Una coppia di turisti austriaci aveva raggiunto il traguardo dei trent’anni di vacanze a Jesolo, nello stesso hotel, il Mara. E loro, i Rumiato, ci tenevano a premiare questa sorta di fedeltà. Quando sono arrivato c’era già un bel clima di festa, che faceva trasparire una strana sensazione: non capivi in modo chiaro chi fossero i festeggiati e chi gli organizzatori di questo bel momento di condivisione. Era un tutt’uno di felicità. La conferma quando ho scambiato qualche parola con il signor Nobert Gurtl. “Cosa le piace di Jesolo al punto da tornarci ogni anno?”, gli chiesi.

E lui, omone di 65 anni, ex capo dei vigili del fuoco (volontari), prima di rispondere guarda Flavio, titolare dell’hotel, gli occhi gli si inumidiscono e poi: “perché c’è lui e la sua famiglia”. Il mare, vero, la spiaggia con i suoi servizi, vero anche questo, la buona cucina e la moda italiana, super anche questo. Ma prima di tutto, questo rapporto umano, questo legame con quelli che erano diventati degli amici e lui non più un “cliente”, ma un “ospite”. E quando è arrivato il neo sindaco a consegnargli la targa, non c’era l’orgoglio di avere una autorità davanti a sé, ma quello che, in qualche modo, sentiva anche come il “suo” sindaco.

E, allora, comprendi quanto abbiano un peso specifico le parole di Christofer De Zotti, il neo eletto primo cittadino, quando, nella nostra intervista, ha sottolineato che si sente il sindaco di tutti, residenti e di chi a Jesolo ci viene in vacanza «contribuendo alla crescita economica della nostra città».

Perché quello che siamo, e che dobbiamo continuare ad essere, difendendolo con tutte le nostre forze, è questo grande senso di “comunità”. Ognuno con il proprio ruolo. Ognuno con qualcosa di buono da portare per farla crescere. E allora capisci che le parole non sono semplici parole. Quando Cristina D’Avena si dice orgogliosa del Lungomare delle Stelle a lei dedicato. Quando Fulminacci si augura con tutto il cuore di finire presto il sound check per andare nella nostra spiaggia. Quando il signor Erwin Wendl ci dice che ha fortemente voluto festeggiare i suoi 100 anni a Jesolo.

Quando Bobo Vieri confida di avere voluto la Summer Cup da noi perché è una spiaggia perfetta per i servizi e per le famiglie…
Ora questa comunità, tra qualche difficoltà e qualche problemino, vuole viversi in pieno questa estate ritornata densa di eventi. Una comunità che canta, nei concerti. Che danza nelle piazze. Che sogna, con il teatro e le Poesie all’Alba. Una comunità, di cui siamo orgogliosi di farne parte e, da quasi 30 anni, raccontarne le giornate, da buoni testimoni della sua storia.

About Author /

Giornalista professionista, da anni è corrispondente per il NordEst di RTL 102.5 (operando nei settori informativi della cronaca nera, bianca e politica ed inviato per la redazione sportiva dallo stadio di Udine) e de Il Gazzettino. E’ stato autore e conduttore di programmi televisivi di emittenti regionali. Segue uffici stampa, soprattutto in ambito turistico. Moderatore di convegni. Presentatore di rassegne di incontri con gli autori di importanza nazionale e internazionale. Da tre anni è direttore responsabile della rivista ViviJesolo.

Start typing and press Enter to search