Il prezzo non era giusto per lo squalo tigre

IL PROPRIETARIO DEL TROPICARIUM PARK STURLA AVOGADRI: “HO RIFIUTATO L’OFFERTA DELL’ASTA IN TV ‘AFFAIRE CONCLUE’ IN ONDA SU FRANCE 2”

LO SQUALO FEMMINA IN RESINA LUNGO 2,5 METRI COMPIE 20 ANNI IN QUESTI GIORNI E SARA’ FRA I PEZZI PIU’ IMPORTANTI DELLA MOSTRA PERMANENTE “SHARK ACADEMY MUSEUM” CHE COMPRENDERA’ LO SQUALO BIANCO DEL PREMIO OSCAR, CARLO RAMBALDI

Atterra in Italia oggi pomeriggio attorno alle ore 16.00, rimpatriando da Parigi, lo squalo tigre “Karen”, esemplare più unico che raro realizzato in resina sul calco di un vero esemplare femmina thailandese, fra i pezzi che suscitò maggior successo internazionale quando venne esposto fra il 2008 e il 2009 nella sezione “Predators” del “Tropicarium Park” al Lido di Jesolo (Ve).

Il rimpatrio è stato necessario dopo che il suo proprietario, Riccardo Sturla Avogadri, fra i più grandi esperti di squali al mondo, fondatore e presidente di Shark Academy,  www.sharkacademy.com, ha fermamente rifiutato il prezzo d’acquisto di 2600 euro, proposto all’asta spettacolo della trasmissione tv “Affaire Conclue” in onda sul canale France 2, programma omologo del programma tv italiano “Cash or trash? – chi offre di più” in onda su canale 9.

“Si tratta di una rarissima riproduzione in resina di una femmina lunga 2,5 metri che feci realizzare in Thailandia nel 2002, il modello compie 20 anni proprio in questi giorni esposto più volte alla Fiera della Subacquea, in 20 centri commerciali italiani, oltre che a Castel dell’Ovo a Napoli, alla Biennale del Mare e durante il Pitti di Firenze” spiega Sturla Avogadri, proprietario, fra gli altri, del celebre esemplare cinematografico che riproduce un’enorme squalo bianco realizzato da Carlo Rambaldi, valutato oltre 100.000 euro, “ci sono talmente affezionato che gli ho dato il nome di mia moglie, anche perché non se ne possono commissionare più in Thailandia perché dopo lo Tsunami del 2004 non esistono più produttori a cui farli realizzare”. “In Francia mi hanno proposto un prezzo troppo basso non commisurato al suo valore che è doppio rispetto all’offerta” continua “per questo sono stato assalito da ricordi e ripensamenti, ed ho stracciato il contratto di vendita richiedendo fosse rispedito subito in Italia”.

“Karen ritornerà oggi pomeriggio a Ferrara” aggiunge Sturla Avogadri “a fare compagnia ai suoi amici squali realizzati in resina: mako, volpe, martello, bianco. Questo squalo era già stato modificato da me aggiungendo due attacchi metallici nel ventre per renderlo meccanico, ora la attende nelle prossime settimane anche un restyling visto che questo squalo tigre, reduce negli ultimi 20 anni da piu di 20 esposizioni, tra cui il Tropicarium Park di Jesolo, verrà modificato da me personalmente integrandolo con reali reperti fossili e contemporanei, quali denti, vertebre, spine e pelle. Diventerà un opera d’arte aumentando ancora di più il suo valore, trasformandosi in uno “squalo Hybrido” che unisce il presente Galeocerdo cuvier fondendolo con alcune delle 32 specie di squalo tigre già estinte: G. aduncus, G. contortus, G. latidens, G. eaglesomi, G. mayumbensis, G. clarkensis”.

Fra i progetti futuri di Shark Academy, scuba rescue che da anni gestisce un centro di ricerca internazionale sugli squali, a cui verrebbe legato anche il destino dello squalo Karen che sarà esposto in Eudi show a Bologna dal 1-3 aprile 2022, c’è la previsione in Italia di una mostra permanente sugli squali dove esporre gran parte dei 25.000 reperti disponibili nel “Museo Shark Academy” raccolti da Sturla Avogadri in tutta la sua vita: dai fossili agli squali in formalina, dai modellini agli esemplari diventati famosi nei set cinematografici, ora in cerca di una sede. “Il progetto” conferma Sturla Avogadri, “è quello di individuare una sede espositiva fra i 650 e i 1000 mq in una città italiana del Nord. Il sogno a cui stiamo lavorando è di aprire una mostra fissa in Italia: fra le opzioni per ora ci sono le città di Ferrara e Milano. Se a qualcuno venisse un’idea utile al progetto espositivo o è interessato ad offrire un supporto per realizzarlo può scrivere a info@sharkacademy.com”.

About Author /

Sfoglia. Leggi. Ascolta.

Start typing and press Enter to search