Jesolo aderisce alla Campagna Mosaico Verde: messe a dimora 500 nuove piante

L’intervento ha interessato un’area di circa 3500 mq nella zona del Lido di Jesolo. Obiettivo: realizzare una fascia boscata per contribuire alla rinaturalizzazione della zona e incrementarne la biodiversità

Rigenerare il verde urbano, mitigare le emissioni inquinanti, contribuendo, al tempo stesso, a migliorare l’aspetto naturalistico del territorio: sono questi gli obiettivi che hanno spinto il Comune di Jesolo ad aderire a Mosaico Verde, la Campagna di forestazione di aree urbane e extra urbane e la tutela di boschi, ideata e promossa da AzzeroCO2 e Legambiente.

Sono state così messe a dimora 500 nuove piante nella zona del Lido di Jesolo in un’area compresa tra via Ivone Grassetto, Via la Bassa e via Sant Andrews. Si tratta di un intervento che si innesta nell’ambito di un progetto più ampio portato avanti dall’amministrazione comunale e che coinvolge la stessa area.

I benefici del progetto saranno molteplici a partire dalla rinaturalizzazione della zona che vedrà nascere, con il tempo, una fascia boscata che contribuirà ad una maggiore salubrità e sostenibilità del territorio. Le piante sono infatti naturali “purificatori d’aria” che assorbono e filtrano numerose sostanze inquinanti, e andranno a creare delle zone d’ombra che, oltre a mitigare l’effetto isola di colore, renderanno maggiormente fruibile l’area da parte della cittadinanza che potrà così beneficiare di questo spazio verde rigenerato. L’intervento di forestazione rappresenta quindi un importante sostegno per la salvaguardia dell’ambiente e della qualità della vita dei residenti di Jesolo.

“L’adesione alla campagna Mosaico Verde rappresenta per Jesolo una grande opportunità – dichiara il Sindaco Christofer De Zotti -. Ci consente di ampliare un’area boschiva con tutti gli effetti che ciò comporta, a partire dalla naturale purificazione dell’aria che solo le piante sanno svolgere e a cui si aggiunge la possibilità di mettere a disposizione una zona verde e godibile alla cittadinanza, fuori dai grandi flussi turistici. Mosaico Verde e la piantumazione di questi alberi valorizzano ulteriormente l’entroterra, rappresentano un atto concreto verso la realizzazione delle proposte avanzate un anno fa agli jesolani rispetto all’incremento delle alberature e infine ci consente di promuovere con ancora maggiore intensità la scoperta del territorio da parte degli ospiti come anche dei residenti, facendo muovere a Jesolo un ulteriore passo nel percorso di trasformazione da località balneare a vera città di mare che punta alla sostenibilità“.

Particolare attenzione è stata posta nella scelta delle specie, individuate tra quelle coerenti con le condizioni climatiche e naturalistiche del territorio, tra le quali il carpino bianco, il carpino nero, l’olmo selvatico, il pero selvatico, il leccio e il biancospino. La manutenzione dell’area, per i successivi due anni dalla realizzazione dell’intervento, sarà effettuata in collaborazione tra Comune e AzzeroCO2. Inoltre, al fine garantire un adeguato apporto d’acqua alle nuove piante è stato realizzato nell’area un impianto d’irrigazione.

“Siamo molto soddisfatti della collaborazione nata con il Comune di Jesolo nell’ambito della Campagna Mosaico Verde, grazie alla quale è stato possibile contribuire alla creazione di questa nuova area boscata – ha dichiarato Sandro Scollato Amministratore Delegato di AzzeroCO2- Piantare alberi in città significa dare valore al territorio e alla qualità della vita dei cittadini, ma anche porre in campo una soluzione concreta per mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici. Le 500 piante messe a dimora avranno infatti un impatto positivo non solo dal punto di vista ambientale, ma anche sociale, restituendo alla comunità uno spazio verde rigenerato e maggiormente fruibile. Un esempio di come si può dare una risposta tangibile alla necessità di proteggere e migliorare l’ambiente in cui viviamo”.

La Campagna Mosaico Verde, rientra nel più ampio progetto europeo LIFE Terra che si propone di mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici attraverso la messa a dimora di 500 milioni di Alberi entro la fine del 2025. Un progetto estremamente ambizioso di cui Legambiente è l’unico partner italiano ed AzzeroCO2 sostenitore

Autore /

Sfoglia. Leggi. Ascolta.

Start typing and press Enter to search