VIVIJESOLO, audio articoli terzi su Google

SUCCESSO PER L’INIZIATIVA DEL FREEPRESS TURISTICO DI JESOLO

Gli audio articoli di ViviJesolo tra i più cercati su Google. Un successo per l’iniziativa avviata la scorsa primavera dallo storico free press turistico della cittadina balneare veneziana. Cercando, dunque, sul più conosciuto e importante motore di ricerca virtuale, Google per l’appunto, “audio articoli”, al primo posto risulta il sito del quotidiano Repubblica, seguito da La Stampa; al terzo posto c’è ViviJesolo. “Una grande soddisfazione – è il commento di Sergio Stocco, nella sua veste di editore Next Italia – e che va a premiare il grande lavoro svolto durante tutto l’anno.

L’intento era quello di riuscire a dare ancora più servizi ai nostri lettori ed in generale alla città, alle sue istituzioni e rappresentanze associative – spiega ancora Stocco –, anche con un occhio di riguardo per chi non la possibilità di leggere. Pensando a quanto Jesolo sta facendo per il mondo dell’inclusività (vedi la Spiaggia di Nemo o i servizi turistici dell’ospedale, oltre al progetto Village for All, avviato da Comune e Consorzio JesoloVenice) ed a quanto si lavora ogni anno per migliorare la qualità dei servizi, ecco che abbiamo pensato all’audio rivista”.

Sul web, entrando su www.vivijesolo.it, è possibile, dunque, ascoltare gli articoli in italiano, ma anche in tedesco ed in inglese; attualmente sono quasi 400 gli audio articoli caricati. “In questo 2021, la pagina dedicata agli audio articoli è stata la più visitata dopo la homepage, con un forte interesse anche per gli audio articoli di lingua tedesca”, ha aggiunto Stocco. Agli audio articoli si accede anche attraverso un Qrcode che si può trovare nella copertina della stessa rivista (in questi giorni in distribuzione con il numero speciale di Natale),

ma anche distribuito in vari punti della città, durante l’estate si poteva trovare anche sotto l’ombrellone, nell’ambito di una piattaforma che offriva (sempre attraverso un Qrcode) vari servizi. L’idea era piaciuta molto anche alla cantante e campionessa paralimpica, Annalisa Minetti. “Trovo che rendere accessibile la stampa, i vostri articoli ai lettori, sia una cosa bellissima. Molto spesso io stessa, se non ho qualcuno che mi accompagna nella lettura, non posso neanche studiare. Quindi la trovo fantastica questa cosa”.

Il lavoro di Next Italia anche da un punto di vista dell’informazione inclusiva, non si ferma qua. “Stiamo pensando anche ad un altro tipo di informazione, di tipo “visivo”, per abbracciare anche altri lettori, cui rivolgerci con la nostra informazione turistica, ma non sola”, ha concluso l’editore.

About Author /

Sfoglia. Leggi. Ascolta.

Start typing and press Enter to search