Chiedimi se sono felice

Ci sono grandi interrogativi su cui l’umanità si scervella da diverso tempo. C’è chi non si darà mai pace senza scoprire come gli egiziani abbiano potuto costruire le piramidi, chi non si spiega i fenomeni paranormali e chi si chiede se Jim Morrison sia ancora vivo. Per quanto mi riguarda, il dubbio che mi ha sempre affascinato è dare un volto alla felicità. Ovvero, se chiamiamo ad alta voce Felicità, chi si volta? Definire cosa sia la felicità è per chiunque un’impresa assai ardua. Per alcuni la felicità è un’emozione, una condizione soggettiva positiva. Per altri è una sorta di stato esistenziale costante, una sensazione costante di appagamento. Per altri ancora essere felici coincide con il possedere dei valori positivi. La felicità è uno stato d’animo, e come tale, viene e va. Tuttavia, esistono persone che sembrano essere sempre felici. Sarà perché hanno raggiunto i propri obiettivi o hanno trovato un senso per la loro esistenza? In realtà, sembrerebbe che le persone siano felici perché vivono l’allegria. E l’allegria porta con sé solo cose buone, sollevando così il loro stato d’animo. Il segreto per la felicità consiste nel cambiare la propria percezione del mondo. Essa dipende dal modo in cui decidete di affrontare le situazioni e gli eventi della vita. L’elemento più importante per essere felici è l’ATTEGGIAMENTO MENTALE.

Il nostro modo di pensare è la chiave fondamentale per vivere in armonia con noi stessi, con le persone che ci stanno attorno e il nostro ambiente. Il pensiero è lo strumento che ci permette d’agire al meglio, che ci muove all’azione, al fare produttivo. Coltivare un pensiero “funzionale” ci conduce ad uscire da sterili lamentele, che non solo non migliorano il nostro tono dell’umore ma ci affossano ancora di più. Se vuoi essere felice assicurati di mantenere il tuo cervello felice. Le persone felici sono più creative, risolvono i problemi più velocemente e tendono ad essere più vigili mentalmente. I nostri pensieri formano il nostro personaggio, come operiamo nel mondo mentalmente, fisicamente e spiritualmente. Noi siamo quello che crediamo di essere, e tutte le nostre azioni sono la conseguenza del nostro pensiero. Sono molti i fattori su cui non abbiamo alcuna influenza. Tuttavia, ciascuno di noi è padrone di scegliere come affrontare il mondo. La felicità non si trova per caso: la ricompensa sta nel percorso di ricerca della stessa. Se non siete aperti e disposti ad essere felici, la felicità non busserà mai alla vostra porta. È una vera e propria scelta: è il vostro atteggiamento a fare la differenza. Siete voi a decidere di essere felici, indipendentemente da quello che accade attorno a voi. Voi avete il controllo su tutto ciò che vi succede e vi colpisce.

La vita è qui, ora, adesso. Inutile lasciare che il passato ci travolga con eventi o emozioni che ormai sono passate. Inutile anche pensare al futuro: come andrà? Cosa accadrà? Dove sarò? Il vero segreto per essere sempre felici e regalare un sorriso alla vita è quello di vivere semplicemente il presente. Se ci pensiamo bene abbiamo bisogno di molto poco per essere felici. È tutto dentro di noi, nel nostro modo di pensare. Quando fra qualche minuto sarete al lavoro, o berrete un caffè con un collega, o godrete di un aperitivo guardando negli occhi la persona che in questo momento vi fa stare bene, o ancora giocherete con vostro figlio nel parco: quello sarà il vostro presente. è cosi, è la vita. Se ragionerete cosi il presente sarà sempre lì e il vostro sorriso anche.

“Quando cambi il modo di guardare le cose, le cose che guardi cambiano”. Wayne Dyer

Petra Visentin è una psicologa clinica, psicoterapeuta sistemico – relazionale, mediatore familiare e terapeuta E.M.D.R. Svolge la libera professione presso il poliambulatorio POLI-MEDICA e lo studio INTELLIGERE a Torre di Mosto, oltre all’attività di consulenza e terapia rivolta al singolo, coppia e famiglia, si occupa di formazione in collaborazione con Enti pubblici e privati. Si occupa anche di supervisione e coordinamento di strutture per l’infanzia 0-6 anni.

Per scrivere a Petra Visentin: v
petravisentin@gmail.com

X