Vivere con entusiasmo… ce lo insegnano i bambini

Vivere ogni giorno con entusiasmo e dare sempre il meglio di sé sono due atteggiamenti fondamentali per essere sereni e migliorare sia a livello personale, sia professionale. Tuttavia, non sempre riusciamo ad avere questo atteggiamento e godere appieno delle piccole cose quotidiane. Vivere con entusiasmo richiede impegno, significa mantenere lo spirito di quando eravamo bambini.

L’entusiasmo, infatti, è collegato all’infanzia e vive in quegli istanti della vita che ci avvicinano ai nostri progetti. Si tratta del voler raggiungere qualcosa e usare tutte le nostre energie per riuscirci. Provate a pensare alla vostra infanzia, a come eravate da piccoli. I bambini, alla scoperta del mondo, sono un magnifico esempio di persone entusiaste: credono che tutto sia possibile, si elettrizzano alla solo idea di quello che faranno, come quando viene un amico a casa, scrivono la letterina a Babbo Natale, corrono in bici o semplicemente giocano. I bambini si svegliano tutti i giorni con entusiasmo. Ogni nuovo giorno è carico di nuove prospettive e opportunità da cogliere. L’entusiasmo permette ai più piccoli di vivere intensamente ogni momento, ma tende a svanire man mano che si cresce. Quando diventiamo adulti, scopriamo la vita reale, scopriamo che non tutto è possibile e che le cose non sempre sono come noi vorremmo e ciò ci fa perdere l’entusiasmo generando delusioni, problemi, frustrazioni e sofferenze. Ma, NON dobbiamo dimenticarci che l’entusiasmo è la nostra linfa vitale, la carica energetica ed ispiratrice che ci accompagna nelle nostre attività quotidiane. Possiamo recuperare e potenziare la “scintilla della vita” se ci impegniamo tutti i giorni. Ma come?

  • Desiderando e sviluppando un progetto, un sogno, uno scopo che dia senso alla nostra vita.
  • Nutrendo i nostri interessi e creandone di nuovi. Da questo dipende una grossa fetta dell’entusiasmo. Se si vive solo seguendo i doveri, dov’è lo spazio per ciò che si ama? Di conseguenza, dove finirà l’entusiasmo per la vita? Se hai il valore del rapporto con la natura, chiediti quanto tempo dedichi per stare all’aria aperta. Se hai amore per la tua famiglia, chiediti quanto spesso hai modo di stare con i tuoi figli. Ritaglia, quindi, questo spazio e coltiva ciò che ami, ciò in cui credi, ciò che ti appassiona.
  • Prendendosi cura del proprio corpo. Fare attività fisica, curare il proprio corpo permette di recuperare energia. Non dimenticate che il corpo è collegato con il nostro sistema emotivo.
  • Costruendo relazioni armoniche. L’entusiasmo è contagioso. Ha bisogno di riversarsi sugli altri e, allo stesso tempo, la necessità di lasciarsi coinvolgere dall’entusiasmo altrui per rigenerarsi. Attenzione alle relazioni che portiamo avanti: via quelle tossiche a favore di relazioni arricchenti, positive. Anche da questo dipende il nostro livello di entusiasmo!

Alla fine, dipende da che prospettiva guardiamo le cose: possiamo sempre trovare qualcosa di cui lamentarci, ma con un po’ di più impegno, si trova sempre anche qualcosa di cui essere felici. E allora entusiasmatevi, emozionatevi, lasciatevi sorprendere da tutto ciò che accade. La vita continua a essere tanto magica quanto lo era da bambini, basta credere che sia effettivamente così e sentirlo. È allora che recupererete l’entusiasmo dell’infanzia, ma con la maturità di un adulto.

Petra Visentin è una psicologa clinica, psicoterapeuta sistemico – relazionale, mediatore familiare e terapeuta E.M.D.R. Svolge la libera professione presso il poliambulatorio POLI-MEDICA e lo studio INTELLIGERE a Torre di Mosto, oltre all’attività di consulenza e terapia rivolta al singolo, coppia e famiglia, si occupa di formazione in collaborazione con Enti pubblici e privati. Si occupa anche di supervisione e coordinamento di strutture per l’infanzia 0-6 anni.

Per scrivere a Petra Visentin: v
petravisentin@gmail.com

X