Attenzione al vicolo chiuso

Attorno a Ferragosto è uscita una notizia che dava conto di un piano strategico per il rilancio del turismo di Jesolo. Ciò che ha attirato maggiormente la mia attenzione è stata la precisazione che su questo piano c’è l’intesa di Amministrazione comunale, Associazione Jesolana Albergatori, Ascom-Confcommercio e Consorzio di Imprese Turistiche JesoloVenice. La ritengo un’ottima notizia. Il presupposto, infatti, di un lavoro efficace per il rilancio della nostra economia dopo la tempesta del Covid-19, è fare squadra. E non basta che Amministrazione Comunale, Aja, Ascom e il Consorzio delle Imprese turistiche siano concordi. E’ necessario che sentano anche il sostegno dei loro associati, della pubblica opinione, della città. Che non deve necessariamente essere di condivisione. Il suggerimento, la critica e il dissenso, se espressi con senso di responsabilità e quindi con intento costruttivo, sono quanto mai utili. Diciamolo chiaramente: la città non sa che farsene di chi per sentirsi qualcuno, per avere tanti like o per guadagnare un titolo sui giornali, studia la sparata ad effetto, assolutamente incurante delle conseguenze. Innamorati solo di loro stessi, esperti in tutto, sanno solo pontificare: è tutto sbagliato! Dessero un contributo di idee, muovessero un ditino, si assumessero un tantino di responsabilità! No, perché, nel loro delirio narcisistico, quello è un compito che spetta sempre e comunque ad altri.
Si discuta, ci si confronti e si dissenta. Ma ognuno senta sulle proprie spalle il gravame della responsabilità dell’intera comunità. Qui sta la differenza. Non esiste alcuna via solitaria che risolva la propria situazione a prescindere dagli altri o, peggio, sulla pelle degli altri. È una strada illusoria. È un vicolo chiuso.

Giampaolo Rossi è stato assessore poi vice sindaco per una decina d’anni, occupandosi di varie materie,
tra cui cultura, turismo ed urbanistica. è stato fondatore e direttore de “La Voce di Jesolo”.

X