L’orchidea, la più amata al mondo

Ne esistono circa 20mila varietà ed hanno le caratteristiche e le forme più svariate, possono vivere con poca luce, con molta luce, in montagna, in laguna, al mare, appese agli alberi o come più comunemente si vede nelle piante, nella terra. Come le distinguiamo? Semplice: se vedete un fiore e avete un dubbio, contate i petali e controllate se ha un labello, la parte centrale del fiore che porta il pistillo. Se ha cinque petali ed un labello, di qualsiasi forma dimensione e colore, è un’orchidea.

Parliamo della phalaeonopsis, l’orchidea che tutti abbiamo sicuramente avuto almeno una volta.
è un’orchidea epifita (vive fuori dalla terra, ecco perché nel vaso ha della corteccia) originaria delle regioni dell’India, dell’Indonesia, dell’Australia e delle Filippine. è caratterizzata dalla presenza di 2/6 foglie verdi e grandi, in grado di raggiungere una lunghezza massima di circa 50 centimetri. Le radici sono molto ramificate, grosse e diventano argentate quando la pianta necessita di annaffiature; deve vivere in un ambiente che sia compreso tra i 15 e i 30 gradi e non ama la luce diretta. Se le foglie tendono ad ingiallire, la luce è troppa, se i fiori cadono la luce è insufficiente.

Per darle da bere il metodo migliore è immergerla in un vaso pieno d’acqua (sarebbe meglio quella piovana o lasciata depositare la sera prima). Aspettate che la corteccia presente nel vaso assorba bene l’acqua che lentamente rilascerà ai fiori successivi, creando un ambiente umido attorno alla pianta.

Morris Marigo
Progettista e compositore floreale, ha appreso questa professione attraverso l’attività di famiglia e molti studi in questo ambito. Propone realizzazioni romantiche, razionali, sensibili. Flowerdesigner nella storica fioreriaroma Jesolo, tutor nella trasmissione Detto Fatto su Rai2

morris@fioreriaroma.com
www.morrismarigo.it
Facebook
Tel. 0421 951167

X