Per fare tutto ci vuole un fiore

Molto spesso, riflettendo sul mio lavoro, mi sono chiesto perché i fiori piacciono cosi tanto. Perchè l’umore ne è sedotto e a volte innamorato? Perchè reperti archeologici risalenti a milioni di anni fa li rappresentano? Perché li usiamo dalla notte dei tempi per tutti i momenti salienti della vita dell’uomo? Perchè l’uomo è sempre stato inconsciamente attratto dalla loro bellezza fino a portarlo a volte addirittura a collezionarli?.. Perché? Ve lo siete mai chiesto? La risposta più immediata è: perché sono belli. E, ovviamente, nessuno può dire il contrario. Ma il vero “perché” è sotto gli occhi di tutti, in modo talmente evidente che nessuno ne fa caso. I fiori sono l’espressione massima della vita! Se non ci fossero loro la vita nel nostro pianeta non esisterebbe.

Analizziamo questa forte riflessione insieme. Partiamo con una frase che tutti abbiamo letto almeno una volta nei libri di scienze alle medie. Il mondo vegetale unisce il mondo minerale a quello animale. Cosa vuol dire? In poche parole il nutrimento che serve agli animali viene estratto dalla terra tramite le piante. Non voglio fare una lezione di scienze parlando dell’intera catena alimentare, mi fermerò a questa leggera spolverata.

Cosa assicura il ciclo di riproduzione e delle piante? Il loro organo riproduttore, il fiore! Che, grazie agli insetti, riescono a riprodursi… le famose apine! Quindi, in poche parole, se non ci fossero i fiori non esisterebbe la vita! Ecco perché li adoriamo! Un po’ come la vecchia canzoncina: per fare il tavolo ci vuole il legno, per fare il legno ci vuole l’albero… per mantenere la vita ci vogliono i fiori.

Anni fa un botanico mi fece una riflessione sulla pericolosità di una pandemia sulle piante, facendomi notare che, se accadesse al genere umano, trattandosi di una sola specie, sarebbe “più controllabile” rispetto ad una pandemia del mondo vegetale, composto da più specie e innumerevoli varietà. Che sia stato un veggente? Sarei curioso di rifargli la domanda oggi.
Forse, anche vedendo cosa è successo quest’anno, direbbe: pensa se accadeva al mondo vegetale! Forse sarà proprio un estratto di qualche pianta o fiore a salvarci. Forse perchè a me piace molto la frase, spesso citata nelle mie pubblicazioni social, #ifiorisalverannoilmondo.

Morris Marigo
Progettista e compositore floreale, ha appreso questa professione attraverso l’attività di famiglia e molti studi in questo ambito. Propone realizzazioni romantiche, razionali, sensibili. Flowerdesigner nella storica fioreriaroma Jesolo, tutor nella trasmissione Detto Fatto su Rai2

morris@fioreriaroma.com
www.morrismarigo.it
Facebook
Tel. 0421 951167

X