Il Tocai Friulano

Presente in etichetta ormai solo come “Friulano”, questo vitigno lo possiamo trovare anche in molte altre doc e docg al di fuori dei confini del Friuli Venezia Giulia. A San Martino della Battaglia, in Lombardia, sui Colli Berici ed Euganei (provincia di Padova) e a Lison Pramaggiore (nel veneziano) in percentuali variabili troviamo questo antico vitigno. Probabilmente conosciuto come Sauvignonas in tempi remoti e, più recentemente, con il solo nome di Tocai, ha dovuto sottostare a dei meccanismi burocratici europei per i quali ad avvalersi del nome Tocay debba essere solo il vino prodotto, per altro con altri vitigni, in Ungheria.

Ecco che, dopo avere aggiunto la “qualifica” Friulano al nome Tocai, sia ora prodotto e distribuito in FVG solo con l’appellazione Friulano. Il vino che si ottiene è caratterizzato da un colore intenso che va dal paglierino al dorato chiaro e come descrittore unisce al floreale selvatico l’inconfondibile finale ammandorlato. Classico l’abbinamento con un altro grande prodotto dl territorio: il prosciutto crudo di San Daniele.

About Author /

Sommelier professionista

Start typing and press Enter to search