Il fenomeno “Selfie House Experience” inaugura il nuovo museo civico di Jesolo

L’amministrazione comunale ha presentato la prima mostra che sarà allestita nella nuova struttura: Selfie House Experience. L’allestimento consisterà in venti “selfie room”: spazi dinamici composti da set, opere d’arte che diventano soggetti fotografici. Il 14 e 15 maggio preview gratuita per i residenti, l’1 giugno il taglio del nastro

Il nuovo museo civico di Jesolo apre le porte ai visitatori. Il 14 e 15 maggio la struttura accoglierà i primi ospiti con una mostra di caratura internazionale, già protagonista a Berlino, New York, Los Angeles, Lille e Singapore: “Selfie House Experience”. L’esposizione, prodotta, curata e organizzata da Arthemisia, Superfly Lab e Piuma, consisterà in 20 “selfie room” che creeranno per il visitatore un’esperienza immersiva unica in un mondo colorato e divertente. Innumerevoli ambienti sono allestiti per divertirsi e per condividere momenti memorabili e foto da sogno in cui chi scatta è artista a sua volta.

I temi varieranno dalle ambientazioni che ripropongono paesaggi, illusioni ottiche, giochi di specchi, neon design, interior design e trend stilistici. In questi due giorni sarà allestito un primo gruppo di spazi che rappresenteranno una preview dedicata ai residenti, con ingresso totalmente gratuito, su prenotazione fino a esaurimento posti. Nei giorni successivi saranno completati gli allestimenti per l’apertura ufficiale in programma l’1 giugno. La mostra proseguirà fino al 18 settembre.

I visitatori entreranno all’interno di spazi dinamici composti da set fotografici che altro non sono che opere d’arte pensate proprio per diventare soggetti di foto incredibili. Luoghi in cui scatenare la fantasia, l’immaginazione e il divertimento per consumare la bruciante passione dell’autoscatto esprimendo liberamente la propria creatività. L’obiettivo delle selfie room è quello di creare un contenuto e condividerlo in rete, moltiplicandone la visibilità, diventando virale. I temi varieranno dalle ambientazioni che ripropongono paesaggi, illusioni ottiche, giochi di specchi, neon design, interior design e trend stilistici.

Se negli Stati Uniti la selfie room non è una novità, al punto che esistono dei franchising di selfie room che danno vita a spazi con ambienti tutti diversi, nel vecchio continente siamo all’inizio del fenomeno. Anche i grandi musei non hanno resistito alla tentazione: il celebre MOmA è infatti dotato della propria Rain Room.

(Fonte: ufficio stampa Comune)

About Author /

Sfoglia. Leggi. Ascolta.

Start typing and press Enter to search