Oggi mi sento “Martiniano”!

Un grande collega, abbiamo lavorato nella stessa compagnia alberghiera nello stesso periodo, ed amico, ha coniato una definizione per il Guest-Ospite (no cliente) che beve Martini Cocktail: “Martiniano”, colui o colei che beve Martini Cocktail. Ne traccia le caratteristiche fisiche e comportamentali alla perfezione.

Lui… Arriva al bere il Cocktail (sì, il Martini è il Cocktail per definizione, il più semplice nei prodotti da utilizzare, il più difficile da preparare) dopo un percorso nel bere bene anzi benissimo che, appunto, lo ha portato al Martini. Non è facile da bere per un neofita. Se prendiamo 100 persone con un’età che va dai 25 ai 50 anni e prepariamo per tutti un Martini, quasi certamente i più giovani al novanta per cento non lo apprezzano, i più grandi un po’ di più.

Perché? Perché è l’evoluzione del bere bene, è la quintessenza della conoscenza dello stare al banco bar, è un atteggiamento, è un modo di vivere e vestire… è la figura del Martiniano. Per diventare Martiniano ci vuole tempo e ci vuole anche un bravo Barman che lo sappia preparare bene, anzi benissimo.


Lei… Ne ho avute come Guest e ne conosco di donne che bevono Martini, e devo dire che se per un Lui c’è un grande rispetto per l’evoluzione che ha avuto nel bere bene, Lei mi fa “sognare”. Uso un termine in inglese che ha una eccezione diversa che nella lingua (pensiero) in italiano… Lei è SEXY… Di quella bellezza, non parlo dell’estetica, che esprime come persona che la porta ad essere unica, inimitabile, che sa, che conosce, che sceglie. E questo per l’uomo medio fa “paura”. Non è per deboli di cuore. Una Martiniana al banco è la prova del nove per un Bartender: se sbagli un Martini ad un uomo, questi si irrita, ma te lo fa rifare; se sbagli con Lei, sei morto dal punto di vista professionale.
Non ti perdona, vuole, pretende e, quasi sempre in maniera molto gentile, anzi, ti fa innamorare quando te lo chiede.

Ma se sbagli se per caso “visto che è una donna” lo fai non secco-secchissimo come Lei vuole, se per caso sottovaluti la persona… sei morto.
Ti arriverà uno sguardo che non perdona, lascerà il bicchiere con il suo rossetto e profumo ancora pieno sul banco e odierà il fatto di aver sopravalutato quel locale, quel Bartender che le ha rovinato la serata. Amo queste Signore, le amo profondamente, potrei passare intere serate (le ho passate) e nottate ad ascoltarle: hanno molto da dire. Una di queste l’ho amata, in maniera ovviamente platonica, per anni. Donna Marisa. “Roberto, mi raccontava, per fare l’amante bisogna avere tempo, essere bugiardi ed è molto faticoso”. E da lì partivano le serate… che diventavano nottate.

… Non voglio raccontare la storia del Cocktail Martini: vedrete come si prepara direttamente dal video che troverete sul sito vivijesolo.it così ve lo potrete preparare il Drink per eccellenza. La versione che vedrete è  “In & Out”, quella che piaceva a Donna Marisa. Voi la vedrete con il Gin, Lei lo amava con la Vodka… Ma questa è un’altra storia.

CIN -CIN

About Author /

è uno dei barman più esperti e noti d’Italia. Fiduciario Aibes Veneto e Trentino Alto Adige, si dedica con grande passione alla formazione dei giovani.

Start typing and press Enter to search