I 700 anni di Dante

La città celebra il grande poeta con delle iniziative ad alto contenuto culturale ed emotivo

Settecento anni fa moriva Dante Alighieri. Era il 25 marzo del 1321, tra le paludi intorno a Ravenna. Per celebrarne la memoria e la statura di grande poeta e letterato, il Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro per i Beni e le attività culturali e per il Turismo, ha istituito per il 25 marzo il Dantedì. E anche Jesolo parteciperà alla ricorrenza con una serie di iniziative promosse dagli assessorati alle attività produttive e alla cultura, quindi l’Associazione via Dante ed il Distretto del Commercio del Litorale.

Questa sinergia ha lo scopo di valorizzare le diverse componenti del progetto, che sono certamente di alta valenza culturale, ma che sono finalizzate anche a valorizzare le attività ricettive, il tessuto produttivo e commerciale della zona intorno a Via Dante. La location scelta simboleggia la professionalità e il coraggio degli operatori jesolani, che pur in un periodo difficile continuano a “credere” nel loro lavoro.

TANTE LE INIZIATIVE

L’obiettivo è identificare in maniera forte il nome della via con quello del Sommo Poeta attraverso l’organizzazione di una serie di iniziative, che spaziano dal teatro, all’arte e alla cultura più in generale. Un programma che sarà affiancato anche da un’importante componente visual (brandizzazione della via), con la cura dell’arredo urbano, delle vetrine delle attività e degli spazi pubblici.

Si parte con degli spettacoli teatrali denominati “Pazzi per Dante”, un progetto a cura dell’associazione Teatro dei Pazzi.

Si prosegue con il mercatino medievale “Mercanti e botteghe”, che si svolgerà nel mese di luglio, a tema e con costumi medievali. Durante il mercatino e anche in un’altra serata si svolgerà una sfilata di sbandieratori.

Durante i mercoledì estivi si potranno incontrare alla sera, lungo la via, dei figuranti in costume e si potranno ascoltare delle letture in strada delle opere di Dante.

Sono previste una serie di performance artistiche, scultori, pittori e artisti in generale allieteranno i turisti e i visitatori con esibizioni di vario genere direttamente in strada.

Il programma prosegue poi con l’allestimento urbano che vuole legare in maniera forte il nome della via con quello di Dante. Si parte con stendardi colorati raffiguranti il Poeta, per proseguire con dei punti selfie lungo la via e con l’iniziativa “Passeggiata fra i versi”. Le vetrine delle attività saranno, quindi, allestite a tema e abbellite con opere artistiche.

ViviJesolo

About Author /

Sfoglia. Leggi. Ascolta.

Start typing and press Enter to search