I parcheggi rosa

Si tratta dei parcheggi riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli al di sotto dei due anni, indicati dai Comuni. Per utilizzare questi stalli è necessario essere in possesso del contrassegno speciale denominato “permesso rosa”. L’autorizzazione deve essere rilasciata dal Comune di residenza attraverso quello che viene chiamato permesso rosa. Per ottenerlo bisogna, quindi, rivolgersi ai Comuni: solitamente ogni ente locale predispone appositi moduli in cui inserire i dati da presentare poi all’Urp comunale o al comando della polizia municipale.

Solitamente è possibile inviare i moduli anche attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno, via pec o attraverso procedura telematica (autenticandosi con Spid). Per ottenere il permesso rosa vengono normalmente richiesti: copia del certificato della presunta data del parto o il certificato di nascita; copia della patente; copia del libretto dell’auto.

Pensa alla vita… guida con la testa!
Campagna permanente per la sicurezza stradale ANVU

About Author /

a cura del Commissario Capo STEFANO BUGLI e del Commissario Principale SALVATORE SIGNORELLI

Start typing and press Enter to search