Piegamenti all’indietro, i grandi insegnanti

Pensa: quante volte al giorno fai un piegamento in avanti e quante volte un movimento all’indietro? Con grande probabilità, saranno più numerosi i primi! Quando raccogli un oggetto da terra, fai giardinaggio o dopo lunghi periodi di tempo trascorsi davanti al computer, qual è il movimento che ti viene naturale? Braccia aperte, il petto in avanti spesso accompagnato da uno sbadiglio. E’ un movimento piacevole di apertura della parte anteriore del corpo ed un sollievo per i muscoli della schiena per compensare in modo naturale le posizioni in avanti. Però, fin dove ti è comodo portarti all’indietro? I piegamenti in avanti, in un certo senso, ti fanno restare al sicuro, protetto, nella zona di comfort dando tranquillità.

I piegamenti all’indietro, invece, creano sensazioni opposte, caricandoti di energia, di vitalità portandoti in aperture anche più ampie, più profonde, per le quali a volte bisogna essere pronti fisicamente e mentalmente. I piegamenti all’indietro sono dei grandi insegnanti. Certe volte il corpo è già pronto, ha la flessibilità per eseguire la posizione, ma qualcosa ti blocca. Più profondamente entri negli asana, più profondamente vai a toccare emozioni e sensazioni portandoti fuori dalla zona di comfort. A volte serve tempo: a volte per il corpo, a volte per la mente.

About Author /

Laureata in Lingue, appassionata di yoga diventa insegnante Hatha E-RYT 200 Yoga Alliance, approfondisce i suoi studi in Italia e all’estero diventando insegnante di Yoga Spinale, Femminile, Yin ed in Gravidanza. Apre a Jesolo lo Studio Anahata per condividere l’esperienza e la gioia della pratica organizzando corsi ed eventi in un ambiente accogliente. Il suo motto è: lo yoga è la cosa migliore che puoi fare per te stesso e per gli altri. Per scrivere a Szilvia Dombovari: www.yogajesolo.it

Start typing and press Enter to search