Casa di cura Rizzola – Eccellenza nazionale per la Chirurgia Robotica Vertebrale

Con l’acquisizione di ExcelsiusGPS, la struttura è diventata Centro di riferimento europeo per la chirurgia robotica della colonna vertebrale.

A 2 ore di aereo da Palermo e 3 di treno da Milano, si arriva a San Donà di Piave, nel Veneto Orientale. In questo comune, che si sviluppa lungo la riva sinistra del Piave, da 75 anni opera la Casa di Cura Rizzola, un’ente sanitario oggi di livello nazionale. Con l’acquisizione di un rivoluzionario sistema di navigazione robotica per la chirurgia vertebrale, la Casa di Cura Rizzola di San Donà di Piave è diventata Centro di riferimento europeo per la robotica vertebrale.

Si chiama ExcelsiusGPS, al mondo ce ne sono circa 130, di cui solo 17 fuori dagli Stati Uniti: quello in dotazione alla struttura di San Donà di Piave, è stato il primo in Europa a poter essere impiegato dall’equipe neurochirurgica sia per l’accesso laterale alla colonna vertebrale, che per quello posteriore. Da aggiungere che, in quanto accreditata all’SSN, la Casa di Cura Rizzola è l’unica struttura in Italia che garantisce l’accesso a questo tipo di trattamento a tutti i cittadini del Paese.

COME FUNZIONA

La logica con cui lavora ExcelsiusGPS è molto intuitiva: dopo aver ricostruito in 3D le immagini della TAC intraoperatoria, il chirurgo imposta su un tablet le coordinate per il posizionamento della vite peduncolare. Quindi, avvalendosi della tecnologia GPS, il braccio robotico naviga sul corpo del paziente, guidando in modo millimetrico la mano del chirurgo che va a inserire le viti. ExcelsiusGPS fornisce una visualizzazione talmente dettagliata dell’anatomia da raggiungere il 98.9% di precisione, evitando così le più frequenti forme di complicanze: deficit motori, infezioni post operatorie, formazioni di fistole o ematomi.

Le patologie che il robot permette di trattare con maggiori livelli di efficacia sono le listesi vertebrali, le malattie degenerative come la scoliosi dell’adulto, il crollo vertebrale causato ad esempio dall’osteoporosi, lo sfaldamento del tessuto osseo determinato da alcuni tumori, le infezioni vertebrali come le spondilodisciti e le osteomieliti, i traumi di elevata gravità. “Escludendo i pochi casi in cui è necessaria la chirurgia – spiega il neurochirurgo Corrado Musso, dell’equipe chirurgia vertebrale Casa di Cura Rizzola – la soluzione più efficace per rimettere in salute la colonna vertebrale è quella del movimento.

Una corretta riabilitazione è, oggi, la chiave per debellare il mal di schiena, un problema che affligge la larga maggioranza della popolazione”. Con la scelta di acquisire ExcelsiusGPS, la Casa di Cura Rizzola conferma ancora una volta la propria vocazione all’eccellenza. Contando su personale medico-sanitario altamente selezionato e grazie alle più innovative tecnologie, riesce a garantire ai pazienti le cure migliori.

About Author /

Sfoglia. Leggi. Ascolta.

Start typing and press Enter to search