Video, video e ancora video

Sempre più spesso sentiamo parlare dell’importanza di produrre contenuti digitali video per popolare gli account social di creators e aziende di ogni genere. Ma cosa c’è dietro una clip video che noi utenti intercettiamo su Instagram e che spesso dura al massimo 10 secondi? Lo scopriamo assieme a Riccardo Zanutto, giovane videomaker veneziano di 25 anni che ha trasformato la sua passione in un lavoro che oggi è tanto ambito quanto in continua evoluzione.

Com’è nata la tua passione e poi il tuo lavoro?

«Fin dall’età adolescenziale la passione per la fotografia mi ha fatto utilizzare Instagram in modo diverso da quello che facevano tutti i miei amici: io cercavo di condividere le mie foto più belle scattate durante i viaggi come se Instagram stesso fosse il mio portfolio e utilizzavo la piattaforma come strumento di ricerca e ispirazione fotografica, seguendo altri fotografi e creators già “famosi”. Non appena Instagram ha resi disponibili i video con i vari aggiornamenti di sistema, ho iniziato a produrre contenuti video per aziende che me li commissionavano per la loro comunicazione. Ed eccomi qui, di professione creatore di video digitali per aziende!».

In che modo il digitale ha trasformato la tua professionalità?

«Ho sempre amato il contenuto dinamico e produrli per gli altri mi ha sempre fornito uno stimolo importante: cercare di creare una storia da riassumere in pochi secondi con clip video che hanno l’obiettivo di comunicare per il cliente».

Possiamo affermare che, per creare contenuti digitali efficaci, è necessario comprendere dove questi contenuti vanno pubblicati?

«Faccio un esempio banale, con il formato dei video: io produco quasi tutti i video in formato verticale (stretto e alto), poiché lavoro per i contenuti social media delle aziende. Ma se mi viene commissionato un video presentazione che deve essere riprodotto in una televisione, chiaramente lo realizzo in orizzontale, che è esattamente il formato opposto rispetto a quello dei canali social».

Permettimi la domanda provocatoria che spesso fanno anche a me: ma non basta utilizzare il telefono per fare buoni video per i social?

«Certo che sì, il telefono è sufficiente, se  lo si sa utilizzare molto bene… ma vedo persone con iPhone di ultima generazione che non sanno fare un video senza tremare! Anche qui, dipende che cosa voglio comunicare e che contenuti voglio produrre per il brand per cui lavoro».

Cosa consigli a un giovane appassionato che desidera intraprendere il tuo medesimo percorso?

« Provare, provare e provare ancora. E specializzarsi».

About Author /

Social media specialist & Content Creator – dalla passione per la fotografia, oggi lavora con uno smartphone e una buona connessione Wi-Fi. ViviJesolo ha affidato a lui la rubrica Be Social, quella che ci terrà aggiornati sul mondo dei social media e delle news di questo ricco mondo di comunicazione. Titolare di Garage Raw/ Social Media Agency gionata@garageraw.com Garage Raw / Social Media Agency

Start typing and press Enter to search