Messy girl Era

Pelle di vetro, labbra glossate, capelli perfetti, make-up naturale… tutto questo è finito. L’era della Clean-girl aesthetic sta volgendo al termine per tramutarsi nel suo opposto: la Messy Girl. Quella allure da “ragazza perfetta senza sforzo” ha evidentemente stancato e ci si sta abbandonando a vibes molto più rilassate, quasi disordinate, si ricerca l’imperfezione, che diventa quel tocco in più che rende stilose.

Ci sono vari trend che incarnano questa aesthetic, uno di questi è, per esempio, il decorare le proprie borse con accessori di tutti i tipi, da occhiali, a portachiavi, collanine, tutto ciò che può personalizzare e rendere vissuta la propria borsa.

Un’altra tendenza è quella di fare make-up molto meno precisi, più intensi, dai colori scuri. Torna, infatti, la matita nera sugli occhi, a volte anche un po’ sbavata, che dona un aspetto quasi stanco, quello che si ha dopo una serata fuori a divertirsi. Anche i prodotti labbra hanno tonalità più intense e fredde e vengono applicati in modo meno preciso. Bronzer e blush si applicano in grandi quantità, senza prestare troppa attenzione al contouring perfetto o all’effetto lifting.

Anche il massimalismo è un trend che si distacca dall’estetica “clean”. Si prediligono accessori grandi, che attirino l’attenzione, con forme e texture particolari. Più accessori e gioielli si indossano, meglio è. Devono rappresentare il più possibile la nostra personalità, le nostre passioni, il nostro umore. Oro e argento indossati contemporaneamente non sono più un’eresia, ma anzi sono super cool.

Stiamo vivendo un ritorno all’epoca “ante clean-girl” in cui il look risultava più rilassato e spontaneo, meno preciso e forse anche più libero. La ricerca della perfezione piano piano si sta affievolendo, per lasciare più spazio alla creatività. Quel mondo bianco e beige che fino ad ora era stato così ambito, ora sta perdendo il suo fascino, per  aprirsi invece ad uno più colorato e forse anche più inclusivo. 

Autore /

Start typing and press Enter to search