La direzione e il controllo: il Manubrio e le Ruote

La direzione della bicicletta, sembra scontato, è data dal manubrio e dalle ruote che ne determinano l’andamento.

Nel mercato troviamo tanti modelli di manubrio, a seconda della bicicletta e della posizione che si vuole assumere. È funzionale al tipo di bici: quella da corsa monta un manubrio con curve perpendicolari al suolo, dette pieghe, che permettono di impugnarlo in diverse posizioni; il nastro che ricopre il manubrio della bici da strada funge da piccolo ammortizzatore per le sollecitazioni e come grip per una presa migliore. Il manubrio della mountain bike, invece, è dritto o leggermente curvo e molto largo, così da permettere un maggiore controllo dello sterzo su sterrati e su terreni accidentati; per la city bike si predilige un manubrio alto e dritto, per una maggiore comodità, a discapito dell’aereodinamica; su di esso sono fissate le leve dei freni e i regolatori del cambio

Le ruote sono composte da: cerchi in alluminio, oggi anche in carbonio, raggi con nippli per la registrazione e tensione degli stessi, solitamente in acciaio, dal mozzo e dalle coperture (tubles, copertoni, copertoncini e camere d’aria).

Solitamente vengono classificate in base al diametro, in millimetri e in pollici, ed anche in base alla tipologia di bicicletta. La dimensione standard delle ruote per mountain bike, espresse in pollici, fino a ieri 26” e 27,5”, sono oggi più grandi 29”; per la bici da corsa e per la gravel, la dimensione è 28”, come per le comuni city bike. Le coperture cambiano a seconda del cerchio che usiamo e, ovviamente, della bicicletta.

I cerchi per coperture con camera d’aria sono diversi dai cerchi con tubles che non necessitano di camera d’aria perché vengono riempiti di lattice antiforatura e poi gonfiati. Il pneumatico si adatta obbligatoriamente al cerchio di riferimento, ma la sua sezione può variare di molto in virtù della tipologia di bicicletta.

Un copertone più largo, come per la mtb, permette un confort più elevato e una maggiore aderenza al terreno, mentre più stretto crea minore attrito con il suolo e quindi maggiore velocità e meno fatica.

E… felici in bici!

About Author /

È composto da guide cicloturistiche sportive, maestri mtb e accompagnatori specializzati della Federazione Ciclistica Italiana. Siamo in grado di orientare e proporre attività ed itinerari ciclistici in relazione alle eff ettive capacità individuali delle persone per le quali svolgere l’attività di accompagnamento, sia su strada che fuoristrada. Via Cà Silis 13 30016 Jesolo @realbikeguides info@realbikeguides.com

Start typing and press Enter to search