Oggi vi porto a Burano e a Sant’Erasmo

Burano è una delle più belle isole della Laguna di Venezia ed è anche incredibilmente accessibile (a differenza di Venezia!). La partenza del vaporetto che porta all’isola è a Treporti. Davanti alla ricevitoria si trovano i parcheggi per disabili e tutti i percorsi sono accessibili con rampe ampie e comode. L’ingresso a bordo della motonave è facilitato e il personale è addestrato ad accompagnare gli utenti in difficoltà ai posti dedicati, nonché ad aiutare nelle operazioni di imbarco e sbarco. Sull’isola ogni percorso è fruibile e il centro storico presenta anche un ponte senza gradini che collega facilmente i due lati dell’isola.

In piazza Galuppi, la piazza principale dell’isola dove si trova anche la Chiesa di San Martino Vescovo, si trova il Museo del merletto con comodi bagni per disabili. Sono, inoltre, presenti bagni pubblici dedicati nella stessa piazza. Dall’isola di Burano, sempre attraversando un ponte a campate senza gradini, si raggiunge l’isola di Mazzorbo, anch’essa interamente percorribile senza ponti e gradini. Quasi tutti i negozi e gran parte dei locali delle due isole sono accessibili.

Percorso Sant’Erasmo tot km 16,5

E’ un’escursione alla scoperta dell’isola più grande della laguna nord, definita “orto della Serenissima”. Si attraversano campi coltivati a ortaggi, vigneti e frutteti, immersi in un paesaggio lagunare di primitiva bellezza. Le strade asfaltate di quest’isola minore sono tutte comodamente transitabili perché è quasi totalmente inesistente il traffico automobilistico (l’isola conta solo 626 abitanti). Si può raggiungere sia con i mezzi pubblici (linea 13, partenza da Treporti) che con la linea privata della barca Albatros (www.albatrosvenezia.it) attrezzata per disabili.

Alla punta Sud dell’isola si può visitare la Torre Massimiliana. Questo forte circolare ha dato rifugio all’arciduca Massimiliano d’Austria nel 1848. Utilizzata fino alla Seconda Guerra Mondiale, dopo un lungo abbandono è stata recentemente restaurata e ospita, da marzo a ottobre, mostre ed eventi culturali, in gran parte accessibili. Qui ogni anno, a maggio, si svolge la Festa del Carciofo Violetto di Sant’Erasmo. In questa struttura si trovano anche servizi dedicati ai disabili.

About Author /

è una donna disabile, orgogliosamente disabile viene da dire conoscendola, perché lei con molta sincerità dice: «La mia vita sulle ruote non è troppo male, anzi». Se c’è qualche cosa che non le piace è la mancanza di conoscenza da parte delle persone, che finisce per causare grandi difficoltà. Ironica, intelligente e molto sensibile, Emanuela racconterà a Vivijesolo com’è la sua vita da disabile, tra episodi divertenti e altri scomodi: perché tutto potrebbe diventare un po’ più facile se solo ci fosse un minimo di accortezza da parte di tutti. Per scrivere a Emanuela Bressan: soloabili@yahoo.it

Start typing and press Enter to search