Lovat, la storia di Jesolo ha camminato con loro

70 anni di presenza in città. Viste crescere intere generazioni

L’avventura è iniziata grazie a nonno Matteo nel gennaio del 1951, arrivato a Jesolo dalla Val Zoldana per aprire, in piazza I Maggio 15, l’attuale Lovat. E’ stato lui che ha portato in città l’esperienza e l’amore per il gelato, la stessa passione che accomuna tutta la famiglia. All’epoca il locale, che si trova da sempre nello stesso edificio, si chiamava Bar Commercio e aveva la macchina per la produzione del gelato dietro al banco. Poi il cambio in Lovat. A seguire la strada tracciata da nonno Matteo è stato il figlio Riccardo con la moglie Fiore. A loro si sono aggiunti i figli Christian e Giada. Tre i restauri che si sono susseguiti nel corso degli anni: nel 1978, nel 1984 e poi con l’ampliamento avvenuto nel 2018 che ha portato anche la nuova offerta snack.

Il risultato sono 70 anni di passione tramandata di generazione in generazione, con infinite esperienze. Al centro di tutto molto più di un locale: un luogo dove ogni ora viene scandita con proposte di estrema qualità. L’anniversario, oltre ad essere celebrato con una originale spilla, viene onorato all’insegna della qualità: ogni mese, fino a dicembre, verrà proposto un “special guest”, un’idea tutta gustare e che rappresenterà al meglio il Lovat. Tra le prossime novità l’ulteriore abbellimento della terrazza esterna, direttamente su piazza I Maggio

Lovat, qualità lunga 70 anni

Tradizione, ricerca, evoluzione e massimo impegno. È riassunta in tutto questo l’essenza del Lovat, locale che quest’anno festeggia i suoi 70 anni. Considerato un’autentica punta di diamante nella ristorazione del territorio, inizialmente era un caffè gelateria. Nel corso degli anni la crescita, con l’ampliamento della propria offerta, sempre incentrata su prodotti di grande qualità. «Qui nulla è lasciato al caso – ricordano i Lovat – a partire dal gelato, realizzato sempre con ricette antiche e seguendo la tradizione dei gelatai zoldani. Per quanto riguarda i prodotti, c’è dietro un importante lavoro di ricerca, che ci porta a scegliere sempre il meglio. Un esempio? La nocciola è rigorosamente piemontese Igp, fornita direttamente da un produttore che raccogliere e tosta le nocciole». Seguendo la scuola dettata da Riccardo, il gelato viene fatto completamente in modo artigianale, in ogni sua fase, basi comprese. «In laboratorio abbiamo ancora macchine antiche: mantecatori verticali a pala, ai quali di recente è stata alternata una macchina più moderne. E, il fatto di avere più macchine, ci consente anche di realizzare delle lavorazioni specifiche per celiaci». Da ricordare, inoltre, che le basi (neutro, crema e cioccolato) vengono conservate in speciali tini di maturazione, per poi realizzare tutti i gusti. Unico, dunque, il risultato.

Ma Lovat, come detto, è anche caffetteria, con un’ampia scelta di caffè speciali, cappuccini, brioche e torte ma anche tisane e infusi. Notevole la lista degli snack, composto con un occhio rivolto alla tradizione e uno sguardo alla modernità, in grado di assecondare ogni gusto, comprese le offerte vegane. A fare da filo conduttore un ambiente unico, con suggestive pareti in legno, dove si percepisce l’energia di chi non ha mai mollato un solo attimo e ha lavorato duro per aggiornarsi e sviluppare un locale assolutamente originale. «Tanti gli aneddoti in tutti questi anni – ricordano ancora – ma la soddisfazione più grande è quella di avere visto passare e crescere intere generazioni e avere clienti che da decenni non perdono il loro appuntamento in questi tavoli». In questi giorni è stato avviato l’iter per il riconoscimento di “luogo storico”, un’identificazione praticamente scontata per chi ha fatto la storia della città.

Cassata Lovat

È considerata il simbolo del Lovat. Naturalmente stiamo parlando della Cassata, nata nel 1951 da un’antica ricetta di famiglia, e realizzata ancora a mano da Riccardo esattamente nello stesso modo di 70 anni fa. Si tratta del gelato che rappresenta in modo assoluto l’eccellenza del locale. E’ composta da gelato alla vaniglia, gelato al cioccolato, semifreddo al caffè e alla panna.

About Author /

Sfoglia. Leggi. Ascolta.

Start typing and press Enter to search