Alla ricerca del fresco perduto

L’anguria è il frutto estivo per eccellenza: la sua polpa dolce e il colore allegro ne fanno una vera protagonista dei mesi centrali di questa estate rovente! E’ molto dissetante, ipocalorica e idratante (per oltre il 92% è composta di acqua), è fonte di minerali e vitamine (in particolare B e C) ed è una buona fonte di beta-carotene, rame e selenio.  Inoltre contiene antiossidanti, come luteina, zeaxantina e licopene, che contrastano lo stress ossidativo e combattono l’infiammazione; regola anche la pressione sanguigna e neutralizza i radicali liberi.

Oltre a consumarla a fette, come da tradizione, è possibile berne il suo succo, farci dei gelati e ghiaccioli o granite. Curiosa è però la sua versatilità nel campo culinario; infatti, l’anguria si presta anche a preparazioni salate, perché è parente con il cetriolo (famiglia delle Cucurbitacee) che le dona una nota ‘minerale’ che ben si sposa agli alimenti sapidi, creando un delizioso contrasto di dolce e salato.

Cocktail analcolico: Sangria all’anguria

Ingredienti:

  • 1 cocomero maturo
  • Foglie di menta
  • Due/quattro tazze succo di ananas (in base alla grandezza del cocomero)
  • 3-5 cucchiai di zucchero biologico di canna
  • cannucce
  • bicchieri alti

Procedimento

Mettere in piedi l’auguria, tagliarne 1/3 e sistemarla in una grossa ciotola così da non traballare. Scavare l’anguria senza rompere la buccia. Tagliare la polpa e versarne 3/4 in un frullatore ottenendo il succo; con la rimanenza fare dei cubetti regolari facendo attenzione a togliere i semi. Al succo ottenuto aggiungere le foglie di menta, le tazze di succo di ananas e lo zucchero di canna biologico, quindi mescolare in modo da far prendere bene il sapore. Una volta ottenuto il cocktail, unite le fette di anguria precedentemente preparate, versate nell’anguria scavata e lasciar riposare in frigorifero richiudendo con il suo coperchio per almeno un giorno. Cinque minuti prima dell’arrivo dei vostri amici, sistemare parecchi cubetti di ghiaccio all’interno della sangria all’anguria in modo da donare un gusto più fresco, ideale nelle giornate o serate calde. Versate quindi il succo nel bicchiere di ognuno e aggiungete la cannuccia. Per rendere ancora più gustosa la sangria consigliamo di aggiungere del succo di arancia e lime.

Crostini con anguria e formaggio caprino

Ingredienti (quantità per 6 pezzi)

  • 3 fette di pane di segale oppure pane nero ai cereali
  • 4 cucchiai di formaggio caprino
  • 2 fette di anguria
  • 1 cucchiaio di semi misti (girasole, canapa, lino, sesamo)
  • pepe nero
  • timo

Procedimento
Prima di tutto, tagliare il pane a spicchi triangolari (solitamente il pane di segale ha forma quadrata e rettangolare e dunque si presta facilmente al taglio). Poi, ricalcando la forma del pane, tagliare l’anguria a spicchi e privarla dei semi. Spalmare su ogni triangolo di tartina il formaggio di capra e realizzare i crostini finali sovrapponendo i triangoli di anguria sul pane e caprino. Aggiungere in superficie i semi, una spolverata di pepe e foglioline di timo.

Insalata di anguria alla griglia

Ingredienti:

  • anguria baby 160 g di polpa
  • pomodorini colorati misti 80 g
  • olio extravergine di oliva 1 filo
  • basilico 2 foglie
  • origano 1 pizzico
  • acciughe sott’olio 2 filetti
  • sale a piacere
  • menta fresca qualche fogliolina
  • pinoli a piacere

Procedimento

L’insalata
Lavare bene e asciugare i pomodorini, tagliarli prima a metà e poi in quarti. Condire con olio e origano. Aggiungere anche le foglie di basilico, tagliandolo sottilmente con le forbici, e il sale, poi per ultimi i filetti di acciuga spezzettati a mano. Mescolare bene e lasciar macerare fino al momento di usare l’insalata.

L’anguria
Affettare l’anguria in fette spesse circa 4 cm., eliminare la scorza e tagliare a cubi la polpa cercando di ottenere 4 cubotti di circa 40 g l’uno (ovviamente gli scarti non vanno buttati ma gustati al momento o nella sangria!). Scaldare nel frattempo molto bene la griglia e adagiare i cubotti di anguria, fino a notare delle righe di cauterizzazione marcate su tutti i lati. Porre ogni cubetto di anguria in ciotole o piatti distinti, distribuire tutt’attorno l’insalata e il condimento e mettere sopra un pezzettino di acciuga. Completare con delle foglioline di menta e dei pinoli.

Ghiaccioli all’anguria

Ingredienti:

Ingredienti (per 4 pezzi):

  • 300 g di polpa all’anguria
  • 1 kiwi
  • 1 cucchiaio di gocce di cioccolato
  • 125 g di yogurt biango o di soia

Procedimento

Ricavare da un’anguria la polpa, tagliarla quindi a pezzetti cercando di togliere tutti i semi prima di frullarla con un mixer. Prendere gli stampini per ghiaccioli e versare il succo di anguria frullata al loro interno lasciando liberi 2-3 cm dal bordo. Mettere gli stampini in freezer per circa un’ora e mescolare ogni tanto il composto con un coltello. Dopodiché aggiungere qualche goccia di cioccolato per simulare i semini neri del frutto. Mescolare per distribuirli all’interno del ghiacciolo e poi rimettere i ghiaccioli in freezer per altre 2 ore. Trascorso il tempo indicato, aggiungere 125 ml di yogurt bianco, suddividendolo negli stampini: mettere di nuovo in freezer per un’ora. Nel frattempo prendere un kiwi, sbucciarlo e tagliarlo a pezzi. Con l’aiuto di un mixer frullare la polpa ottenuta e versarla negli stampini dei ghiaccioli livellando bene con un cucchiaio senza però mescolare con il composto di anguria. Mettere ancora i ghiaccioli all’anguria in freezer per circa due ore e, infine, servirli agli ospiti.

About Author /

Il “Cornaro” si segnala nel panorama scolastico nazionale come una delle scuole più prestigiose ed attive, in grado di esercitare un ruolo propositivo e trainante per l’intera filiera dei servizi alberghieri, della ristorazione, commerciali e turistici.

Start typing and press Enter to search